MALLOREDDUS ALLA CAMPIDANESE

  • Porzioni: 2-3
  • Problema: semplice
  • Stampa

BUON GIORNO….

Ben ritrovati, finalmente siamo tornati, ci siamo fatti attendere rispetto all’annunciato
1 Settembre on line…, ma sapete perchè?
Perchè volevamo condividere con voi il NUOVO BLOG completamente rinnovato……e ci è voluto qualche giorno in più, ma speriamo ci possiate perdonare e soprattutto che vi piaccia!!!

Noi ne siamo innamorati è bellissimo e ci rispecchia davvero tantissimo…..

Mi raccomando aspettiamo i vostri feed…..

Essendo tornati dalla nostra adorata Sardegna, riniziamo e inauguriamo il nuovo blog con una ricetta tipica proprio di questa regione, i MALLOREDDUS, naturalmente avendo non tantissima attrezzatura lì ( in fondo è la casa al mare), mi sono dovuta accontentare della pasta fresca pronta , ma qui potete trovare una ricetta preparata l’anno scorso a casa a Genova, dove vi insegno come preparare anche la pasta fresca……

Per il sugo invece ho comprato della favolosa salsiccia e che spettacolo….

ingredienti

  • 200 g di pasta fresca
  • 250 g di salsiccia fresca
  • 50 g di salsiccia stagionata a dadini
  • 1 scalogno
  • 1 carota
  • 1 scatola di pelati a pezzi
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olio, sale q.b.

Istruzioni

  1. In una capiente pentola mettete olio, lo scalogno e la carota tritati, fate cuocere per circa 5 minuti
  2. Aggiungete quindi la salsiccia fresca, naturalmente dovrete solo usare la polpa, fate insaporire bene, sfumate con il vino bianco e fate cuocere per 5 minuti.
  3. A questo punto aggiungete i pelati, mescolate, salate, coprite con un coperchio, e cuocete per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto,  assaggiate e se necessita aggiustate di sale, e aggiungete la salsiccia stagionata.
  4. Tenete da parte e dedicatevi alla cottura della pasta.
  5. Portate sul fuoco una capiente pentola con dell’acqua salata, una volta a bollore, tuffate i vostri Malloreddus, e cuocete per 5/6 minuti.
  6. Scolateli e fateli saltare in padella con il sugo, servite, se gradite grattugiate sopra pecorino sardo.

Come vi ho forse annunciato nei post prima delle ferie, Nicolo’ ha iniziato due anni di specializzazione (sempre in Francia), in Sommelier, ha già ripreso la scuola e visitato diverse cantine, ora è in stage a Chavanay, quindi ora lui ci consiglierà per ogni piatto il vino da abbinare e oggi ci consiglia: un vino rosso corposo come il “MONICA di Sardegna DOC” ( in mio onore). Il consiglio è venuto dopo e noi li abbiamo gustati con un ICHNUSA non Filtrata…

Concludiamo qui qualche foto di una cantina visitata da Nicolò, CAVE DE TAIN…..

Bene quindi siamo tornati più che carichi che mai… tante novità vi aspettano, le scopriremo insieme, ci ritroviamo lunedi’ l’appuntamento è con l’ARTE BIANCA e da martedi’ 8 si riprende la vita del blog con le nostre classiche due uscite settimanali…
SABATO 5 però sintonizzati riprende la Rubrica dei Consigli!!!

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *